Quantcast

Bando periferie, Anci pensa a diffida a governo

Sul rispetto degli impegni assunti per il bando periferie 96 sindaci potrebbero diffidare la presidenza del Consiglio: lo annuncia il presidente dell’Anci Antonio Decaro. “Nel decreto milleproroghe noi sindaci cogliamo un segnale positivo e uno molto, molto negativo. Se è vero, infatti, che sembra avviata la procedura per sbloccare gli avanzi di amministrazione, un obbligo dopo le  sentenze della Corte costituzionale, la sospensione delle convenzioni del bando periferie per 96 tra città e aree metropolitane è una decisione preoccupante e gravissima”, avverte Decaro. “Parliamo di atti già firmati dalla presidenza del Consiglio e dagli enti interessati, convenzioni in virtù delle quali – aggiunge – le amministrazioni hanno avviato attività di progettazione quando non anche le gare. Quei 96 sindaci potrebbero diffidare la presidenza del Consiglio ad adempiere a quanto deciso e sottoscritto dal governo. Davvero non vorremmo essere costretti ad arrivare a tanto. Ma pretendiamo chiarezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.