Movida in Anfiteatro, un residente: “Serve rispetto”

Niente riposo per i residenti in piazza Anfiteatro fin oltre la mezzanotte. A dirlo è un residente in piazza, con una lettera firmata, che correda con un video il proprio intervento: “Certamente business is business – dice – ma si può fare nel reciproco rispetto. Da metà giugno ad oggi (22 settemnre, ndr) non è possibile avere il meritato riposo prima della mezzanotte ed oltre. Comprendo che i locali sottostanti non possono scegliersi la clientela, ma possono indirizzarla, ed alcuni lo fanno più di altri, e se sui tovaglioli si scrivesse Anfiteatro è di tutto, cortesemente rispettiamoci, non sarebbe male. Purtroppo anche durante il giorno si è obbligati ad ascoltare varia musica di ogni genere (di discutibile gusto) proveniente dai differenti locali. Comprendo che vogliano allietare la propria clientele, ma sarebbe sufficiente posizionare gli altoparlanti all’interno nella zona alta degli ombrelloni, anziché sull’uscio del proprio locale, diffondendola, pur non richiesta, in tutta la piazza”. “Purtroppo ieri sera – conclude – è andato in scena uno dei tanti spettacoli di questi tre mesi, di eccellente comportamento inurbano. Una situazione che è andata avanti oltre la mezzanotte (e che il residente ha ritratto anche in un video, ndr) che riassume la situazione che si è protratta per ancora diverso tempo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.