Bindocci (M5S): “Felpati, sia garantita stessa retribuzione”

Un accordo per far sì che la retribuizione dell’esercito dei ‘felpati’ per Lucca Comics and Games non sia inferiore a quello dell’anno scorso. A chiederlo, intervenendo di nuovo sulla questione, è il consigliere del M5S di Lucca, Massimiliano Bindocci, secondo cui “sui Felpati quello che sta accadendo con la riduzione dei compensi percepiti è molto grave”.

“Crea – sottolinea Bindocci – ha fatto un bando per far gestire esternamente il servizio, e questo può avere una sua logica, ma ha consentito la applicazione del contratto nazionale del portierato ai felpati. Lo scorso anno Crea aveva direttamente assunto a tempo determinato queste figure applicando a loro il contratto del terziario. Aveva fatto un apposito accordo integrativo per superare il numero dei tempi determinati possibili, come previsto dalla legge. Il voucher quindi non c’entra. Sarebbe stato necessario prevedere nel bando l’applicazione del contratto del terziario a queste figure come lo scorso anno, oppure di un contratto con trattamento salariale analogo a quello dello scorso anno. I felpati sono per lo più i nostri giovani, i nostri ragazzi, che in una iniziativa che è una vetrina mondiale siano gli ultimi a pagare è grave. Dispiace che abilmente si sia optato per un contratto dove il trattamento salariale è ridotto, la cosa è forse legittima ma è grave politicamente e sindacalmente. Chiediamo a Crea ed al Comune che si intervenga quanto prima con un accordo integrativo, come fu fatto lo scorso anno e come è stato fatto in questi giorni a Lucca Holding, per dare un salario non inferiore a quello dello scorso anno. Gli strumenti contrattuali ci sono, anche sotto forma di premio o di welfare. O questi ragazzi sono figli di un Dio minore. Fare la grande festa riducendo il compenso ai nostri giovani è grave, si intervenga subito”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.