Franchi: ‘Felpati sfruttati nel silenzio di Pd e sindacati’

Il compenso dei ‘felpati’, i ragazzi di Lucca Comics & Games agli ingressi dei padiglioni, continuano a far discutere. Stavolta a prendere la parola è Umberto Franchi, ex sindacalista e attivista politico: “È vergognoso che per i 5 giorni del Comics a Lucca i giovani impegnati a garantire la riuscita della manifestazione siano pagati 4,6 euro lordi l’ora e che l’amministrazione a guida Pd di Lucca permetta questo sfruttamento”, esordisce.

“Ma purtroppo – continua Franchi – non dipende solo dalla società comunale Lucca Crea, dipende anche dal fatto che il contratto che applica Lucca Crea sembra sia stato firmato anche dalle organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Ugl”. “È penoso – attacca – che vi siano ancora sindacalisti che non sanno fare il proprio mestiere, che magari criticano il caporalato ed il lavoro pagato 3,5 euro netti l’ora nella raccolta dei pomodori e dopo permettono la stessa cosa a Lucca. E chi sostiene che i giovani lavorano al Comics per passione e non per soldi, dovrebbe essere licenziato e fargli provare da disoccupato cosa significa cercare un lavoro. Chi difende gli interessi dei lavoratori, chi rispetta la dignità dei lavoratori? Bisogna bloccare questa vergogna”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.