Quantcast

Bonturi e Petretti (Pd): “Bene letti a bassa intensità di cura, accuse Di Vito strumentali”

“L’iniziativa del consiglio comunale finalizzata a richiedere all’Asl e alla Regione l’introduzione di posti letto a bassa intensità di cura è seria e basata su un’analisi accurata del bisogno assistenziale nel nostro territorio, oltre che su un confronto attento e costante con gli operatori sanitari e le istituzioni aventi le relative competenze”. Lo dicono Renato Bonturi e Cristina Petretti, rispettivamente capogruppo Pd in Consiglio comunale e consigliera delegata alla sanità del Comune di Lucca.

“Questa richiesta – prosegiono – verrà portata in tutte le sedi opportune al fine di ottenere i risultati prospettati, per cui non si può certo dire che sia nata per deviare l’attenzione o buttare la palla in calcio d’angolo. Nelle dichiarazioni del consigliere Di Vito, invece, non possiamo non cogliere una strumentalità eminentemente politica. Operatore sanitario, animatore dei comitati sanitari, sindacalista e da ultimo consigliere comunale, Di Vito non perde occasione per lanciare, dai suoi numerosi palcoscenici e nelle numerosi vesti che è capace di assumere, denunce e strali continui su ciò che non funziona del sistema di cui fa parte e in cui lavora. Se da una parte siamo consapevoli che il sistema sanitario toscano e quello locale presenta criticità e problematiche, alcune specifiche, altre ascrivibili a questioni di carattere generale, dall’altra pensiamo che non è demolendo quotidianamente e pubblicamente quel sistema che riusciremo a raggiungere risultati migliorativi, apprezzabili dalla cittadinanza e dagli utenti del servizio sanitario. Da parte nostra dunque nessuna difesa d’ufficio della Regione, ma un lavoro di approfondimento, ascolto e comprensione, perché non sempre i problemi evidenti hanno radici immediatamente visibili e le soluzioni richiedono spesso un approccio complesso. Su questo come amministrazione comunale ci stiamo impegnando, giorno dopo giorno e fuori dai riflettori, e siamo certi che così facendo potremo conseguire obiettivi di un qualche significato per la comunità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.