Maniglia (Lega): “Con decreto Salvini più potere alle forze dell’ordine”

“A poche ore dall’approvazione del decreto Salvini, arrivano le prime manifestazioni di dissenso, i primi insulti e le rivendicazioni dei diritti umani che il decreto avrebbe cancellato”. Così interviene Marcella Maniglia, segretario della Lega di Lucca e della Piana difendendo il provvedimento. 

“Il decreto – afferma – era indispensabile per rimettere un po’ di ordine nelle nostre strade. Lucca è diventata un centro di accoglienza a cielo aperto, in cui gli ‘ospiti’ hanno fatto per troppo tempo largo uso ed abuso della pazienza dei cittadini, mettendo a rischio la sicurezza di questi ultimi con reati di varia natura, grazie alle politiche scellerate del Pd che dell’accoglienza ha fatto il suo business. Sono soddisfatta del decreto, per tutti i suoi punti, soprattutto per l’introduzione del taser nei comuni con più di 100mila abitanti. Gli agenti per troppi anni sono stati usati come scudo umano contro mafia e criminali vari e, come se ciò non fosse già abbastanza, hanno perso e perdono anni per difendersi in inutili processi durante i quali devono spiegare perché fanno il loro lavoro. Come Lega abbiamo sempre sostenuto di voler tutelare i nostri agenti e ora finalmente lo abbiamo dimostrato passando, come sempre, dalle parole ai fatti. Il taser è solo il primo passo, per noi le forze dell’ordine sono preziose e vanno celebrate tutti i giorni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.