M5S: “Su assi viari il Pd getta fumo negli occhi”

“Sono trascorsi oltre vent’anni da quando la politica ha iniziato a discutere di come migliorare la viabilità attorno alla città di Lucca, principale distretto cartaio italiano. Il problema c’è. Ed è molto sentito dai residenti e dai turisti che si ritrovano, chi tutta la vita, chi pochi giorni, a dover fare i conti con un traffico sproporzionato alle dimensioni delle strade lucchesi e della città in generale”. Così, proprio nel giorno in cui il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini ha chiamato a raccolta parlamentari e amministratori locali per discuterne, i consiglieri regionali del Movimento 5 stelle Giacomo Giannarelli e Gabriele Bianchi bocciano il progetto degli assi viari, parlando di “fumo negli occhi”, suggerendo alternative più “green” come il maggiore spostamento delle merci su rotaia anziché su gomma.

“Dalla fine degli anni Novanta a oggi si sono susseguite le promesse, accavallate le idee, aggrovigliate le proposte – proseguono i due -. Tutto, però, è sempre rimasto fermo. Immobile. Adesso, con il Movimento 5 stelle al governo del paese da pochi mesi, tutti si sono svegliati: vogliono una soluzione immediata, efficace, definitiva. Non fosse argomento serio verrebbe da sorridere. Sì, perché gli stessi signori che per anni hanno fatto e disfatto la tela dei progetti oggi si stracciano le vesti urlando all’immobilismo governativo. Ci troviamo davanti a una narrazione surreale, da commedia. Il Partito democratico recita il ruolo di protagonista: convinto sponsor degli assi viari, trova nel presidente della provincia e sindaco di Capannori, Luca Menesini, un acerrimo nemico dell’asse Nord-Sud. Insomma, neppure loro sanno da che parte stare. Neppure loro hanno un’idea chiara. Anzi, forse sì. Forse una ce l’hanno: attaccare il Movimento 5 stelle che è al governo. E poco importa se l’esecutivo del 5 stelle è in carica da pochi mesi”.
“Noi siamo persone serie, con idee chiare – concludono Bianchi e Giannarelli -. Il traffico, a oggi, può essere spostato lungo la linea dell’autostrada A11. Mentre per il prossimo futuro l’obiettivo è far crescere il trasporto su ferro e abbandonare quello su gomma troppo inquinante e poco vantaggioso. Chi parla di assi viari da oltre vent’anni getta fumo negli occhi dei cittadini lucchesi: un gioco a cui noi non prenderemo mai parte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.