Comune: “Ritardi Manifattura e Carmine, non è responsabilità dell’amministrazione”

I ritardi nelle grande opere, come l’ex Manifattura o il Mercato del Carmine non sono da imputare alla responsabilità del Comune. Così Palazzo Orsetti risponde alle critiche sollevate dalle categorie.

“Lo scenario – spiega in una nota l’amministrazione – è oggetto di una rivoluzione che vede nelle grandi multinazionali e nell’e-commerce i principali antagonisti del commercio tradizionale. E’ infatti noto che la crisi che tuttora perdura ha messo in difficoltà realtà imprenditoriali che si sono aggiudicate appalti importanti, come è noto che un’amministrazione pubblica opera sulla base di leggi e procedure che spesso rallentano il raggiungimento degli obiettivi che si è posta. Ma le leggi vanno rispettate, oppure cambiate, e in questo senso sarebbe auspicabile che la stessa associazione dei commercianti, come già ha fatto quella degli industriali, si adoperasse per far sì che il Governo adotti misure che aiutino la ripresa della crescita, e fra queste rientrano regole più utili ed efficaci per portare avanti i grandi cantieri sui territori, anziché rallentarli o addirittura bloccarli. In merito all’attrattività della città, l’amministrazione comunale ha fornito i dati aggiornati al 2018 relativi agli arrivi e alle presenze di turisti che, sia pure non ancora definitivi, confermano il trend di crescita registrato negli ultimi anni. Questi risultati sono stati ottenuti sicuramente grazie a un sistema-città che ha operato in un’unica direzione, ma disconoscere il lavoro fatto da questa amministrazione, come Confcommercio sembra voler fare, è a dir poco ingeneroso. Se poi Confcommercio ritiene che in merito a determinati temi, come quello dei grandi eventi o del sistema dei parcheggi, non possa svilupparsi un sereno e democratico dibattito, l’amministrazione comunale si dissocia da questa presa di posizione. Nel merito del dibattito, la specifica posizione dell’amministrazione comunale sulla permanenza di Lucca Comics and Games e dei grandi concerti del Summer Festival sugli spalti delle Mura è stata già espressa in maniera chiara: si ritiene infatti che sia questa ubicazione a generare la grande attrattività di questi eventi, ma che sia necessario coniugare la loro presenza con la salvaguardia del complesso delle Mura. Peraltro, proprio sui grandi eventi, si registra una forte concorrenza, anche a livello nazionale e dunque l’amministrazione comunale sottolinea che sarebbe opportuno non ingenerare inutili polemiche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.