Capannori, Casapound lancia la volata per le amministrative

Casapound correrà con proprie liste alle amministrative di Capannori e Massarosa. A dirlo è stato il segretario nazionale che ieri (16 febbraio) nell’ambito del suo tour toscano, è arrivato a Marlia per l’inaugurazione della sede del movimento, alla presenza di Fabio Barsanti, consigliere comunale di Lucca. Di Stefano, in visita in vista delle elezioni europee e amministrative, ha poi proseguito per Massarosa.

“CasaPound è un’alternativa politica con le idee chiare – ha detto Di Stefano – non siamo quelli che piazzano i soliti maneggioni, che perdono tempo. Per noi la politica è un cosa fattiva messa a disposizione e a fianco della nostra gente, del nostro popolo. A Lucca come in tutta Italia questo principio viene affermato concretamente ogni giorno. L’unico problema di CasaPound che è poco conosciuta, o conosciuta male. Ma chi ci conosce direttamente ci apprezza in modo forte”.
Di Stefano ha parlato della situazione politica sia nazionale che locale: “Siamo delusi dall’attuale governo. Le premesse erano buone ma, al di là dei proclami, abbiamo visto poco. Hanno abbassato la testa davanti all’Unione Europea per la Legge di bilancio, che invece doveva affermare una cesura con il passato e garantire il rilancio economico italiano. Anche sulla questione Autostrade, dopo il crollo del ponte a Genova sono state dette tante cose ma pochi fatti. E poi la battaglia ‘no euro’ che la Lega ha abbandonato, e che CasaPound sarà l’unico movimento ad portare nel programma nelle prossime elezioni europee”.
“Quanto alle amministrative – ha concluso Di Stefano – ci aspettiamo buoni risultati. La Lucchesia è terreno florido, e dopo l’exploit di Lucca nel 2017 oggi guardiamo a Massarosa e Capannori, dove correremo con delle nostre liste. Abbiamo dimostrato che anche un solo consigliere comunale di CasaPound può fare la differenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.