Cecchetti (Sinistra con): “I dati dicono di ripartire dai territori”

Anche Sinistra con si gode il successo elettorale a Capannori di Luca Menesini. A parlare è il presidente dell’associazione Enrico Cecchetti.
“Con quasi 1400 voti Sinistra con Capannori ha dato un importante contributo alla bellissima conferma a sindaco di Luca Menesini. I numeri parlano chiaro, sempre, quando piacciono come quando non piacciono: quelli delle europee come quelli delle comunali. Perché i voti sono le scelte delle persone e gli elettori hanno sempre ragione. Tanti sono gli insegnamenti che vanno tratti dal voto e non mancheremo di sviluppare analisi e riflessioni serie ed approfondite”.

“Subito mi pare comunque evidente che i risultati locali (e quelli della Lucchesia sono assai significativi) con la grande differenza registrata tra le elezioni europee e quelle in tanti Comuni mandano segnali forti e indicazioni precise alla politica nazionale della sinistra e del centro-sinistra. Bisogna ripartire dai territori, dal radicamento nei quartieri e nei paesi, da quello che c’è e da quello che non c’è più e che va ricostruito. Che va ben oltre l’impegno nelle campagne elettorali e anche oltre il buon governo, spesso determinante per i risultati elettorali positivi, di tanti sindaci e amministratori locali. Occorre ripartire dall’impegno politico organizzato, continuo, nel territorio, tra le persone, dal rapporto con le associazioni, le organizzazioni sindacali, economiche e sociali. Questa è la politica di cui c’è straordinario bisogno, prima di tutto a sinistra. Di cui hanno bisogno soprattutto i settori più deboli, che solo organizzandosi possono pesare e far valere i propri diritti. È con questa precisa convinzione che abbiamo lavorato come Sinistra con, prima a Lucca e adesso con la lista Sinistra con Capannori. Ben consapevoli del contesto politico e culturale che spinge in direzioni opposte”.
“Tanti ci consigliavano di non qualificarci come Sinistra – prosegue Cecchetti – Tanti ci hanno detto di puntare solo sul contributo dei candidati. Siamo andati in direzione contraria e per questo il risultato della lista Sinistra con Capannori (come già quello di Lucca due anni fa) è ancora più significativo. Sinistra significa più giustizia sociale, più diritti per tutti, più libertà, più Europa. E solo con una battaglia politica e culturale a viso aperto, a partire da questi valori, che si possono sconfiggere le destre ed ogni genere di chiusura e di paura.
Naturalmente poi fondamentale è il contributo che deve venire dai candidati, dal valore delle persone, dal loro radicamente nei territori. Ne siamo ben consapevoli e la lista di Sinistra con Capannori ne è la dimostrazione concreta. Ma si deve andare oltre. Per questo abbiamo lavorato con successo sul valore aggiunto molto importante che viene dal puntare sul lavoro di gruppo, sulla squadra, sul collettivo. Convinti che nella buona politica è solo con il “noi” che l’impegno di ogni persona diventa ancora più forte, incisivo e bello. E solo con il “noi” è possibile impegnarci in modo disinteressato e piacevole, ogni giorno, per e con le nostre comunità, ben oltre le campagne elettorali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.