Consiglio, sì bipartisan a garante diritti disabili

Giunge a compimento in Consiglio il percorso verso l’istituzione del nuovo garante comunale delle persone con disabilità. Una mozione bipartisan, presentata a nome della commissione sociale del presidente Pilade Ciardetti, trova un plauso unanime.

La discussione si apre con il ritiro della mozione presentata da Remo Santini, leader delle liste civiche, che in prima istanza aveva prestantato un testo per raggiungere l’obiettivo chiesto e voluto da molte associazioni che si occupano delle persone con disabilità. A seguire parla Ciardetti che ripercorre il dibattito in seno alla commissione e traccia la rotta: “Con questa mozione – dice – non significa che da domani abbiamo il garante. Servirà inserirlo nello statuto, creare un regolamento ad hoc e presentare un bando per la ricerca della figura più adatta”. Ciardetti ha ricordato la presenza nel Comune di un tavolo per la disabilità che ha partecipato all’ultima commissione in cui si è parlato del tema assieme alla garante del Comune di Pisa.
Plauso al lavoro fatto arriva dal consigliere di SiAmo Lucca, Di Vito: “Devo fare i complimenti – dice – al presidente Ciardetti che ha lavorato bene in modo di amalgamare il gruppo e raggiungere l’obiettivo, che è quello di eliminare gli ostacoli per la piena libertà delle persone con disabilità”.
Plauso anche dall’assessore al sociale Lucia Del Chiaro: “All’amministrazione non può che far bebe avere un pungolo per lavorare bene e meglio, in particolare nell’ambito delle persone con disabilità che hanno un occhio particolare su alcune questioni”.
Bindocci resta anima critica, ricordando come la maggioranza rifiutò anche di parlare dell’ipotesi del garante delle vittime di reato e che “di recente – ricorda Bindocci – quando si parlava della questione degli stalli per disabili, fu negato a un disabile di avere il diritto di parola in aula e venne cacciato. C’è un problema di coerenza e di onestà intellettuale. Io coerentemente voto favorevole, voi lo fate per contraddizione e interessi di facciata”.
La mozione approvata dal consiglio comunale prevede l’istituzione del garante “possibilmente entro la fine del 2019”. Su un’accelerazione dei tempi si è espresso in sede di dichiarazione di voto il consigliere Remo Santini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.