Montemagni (Lega): “Ato Costa, anomala la proroga del direttore”

“No al commissariamento dei sindaci in Ato Toscana Costa”. A dirlo è la consigliera regionale della Lega Elisa Montemagni dopo il voto in aula di questa mattina. “Quest’oggi – afferma Montemagni, Capogruppo in consiglio regionale della Lega – nell’ambito della seduta del Consiglio regionale è stata analizzata la Pdl 391 inerente alla gestione integrata del servizio rifiuti urbani e disposizioni in materia di servizio idrico che, per quanto riguarda, quelli dell’Ato Costa presenta chiare e diverse criticità, come la perdurante frammentazione della gestione”.

“In questo contesto – prosegue il consigliere – la predetta proposta d’iniziativa della giunta toscana, prevede anche la proroga dell’incarico all’attuale direttore che, a nostro avviso, non è stato capace, in tutti questi anni, ad adempiere adeguatamente agli obiettivi previsti dalla normativa regionale, oltre a non essere riuscito a supportare e realizzare gli indirizzi tecnico-politici avanzati dall’assemblea Ato Costa che è competente, nella nomina, in accordo o intesa col Presidente Enrico Rossi. La proroga del direttore generale è una vera e propria anomalia con la Regione che, ancora una volta, ha deciso di scavalcare i Comuni, i quali devono così subire scelte imposte dall’alto ed accettare un sistema che è palesemente fallimentare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.