Calo dei turisti in Versilia, Marchetti chiede conto alla Regione

Visto il calo delle presenza turistiche registrato in Versilia nell’estate di quest’anno, il consigliere regionale di Forza Italia, Maurizio Marchetti, dopo aver appreso la notizia chiede alla giunta “i dati sulle presenze turistiche, italiane e straniere, per la stagione estiva 2019 per l’ambito turistico della Versilia suddiviso per Comune; le attività di promozione e marketing che la Regione tramite l’agenzia regionale di promozione turistica insieme all’ambito turistico della Versilia hanno concordato per la stagione estiva 2018; le risorse trasferite nel 2018 e nel 2019 dalla Regione e dall’agenzia regionale di promozione turistica ai vari ambiti territoriali turistici toscani, in particolare le risorse per l’ambito Versilia e i progetti per i quali sono stati spesi e se risulti anche alla Giunta il calo di presenze del ceto medio italiano, soprattutto toscano così come denunciato dalle principali associazioni degli albergatori e dai quotidiani”.

“Avevo già illustrato i miei dubbi in tempi non sospetti (dicembre 2018) sui ritardi nell’avvio dell’ambito di promozione turistica della Versilia per il reperimento di risorse necessarie alla promozione del nostro territorio – spiega perentorio Marchett – ed ecco che le conseguenze di quei ritardi si sono presentate puntuali all’appuntamento di Ferragosto. È allarmante aprire i giornali e leggere che le parole Versilia e Toscana sono fuori dai motori di ricerca”.
“Oggi – aggiunge Marchetti che è anche membro della commissione consiliare regionale Costa – la ricerca di mete e destinazioni ed offerte last minute, avviene sempre più attraverso smartphone e tablet piuttosto che rivolgersi presso agenzie di viaggio. Penso ai turisti più giovani che prediligono questo strumento di ricerca. Inoltre da diversi anni ormai, tutta l’offerta turistica delle strutture ricettive si è spostata sul web e sui social come promozione privata. Non solo la Regione Toscana trasferisce circa 9 milioni di euro all’agenzia regionale di promozione turistica, di cui 7,6 milioni nel 2018 sono stati spesi dall’agenzia stessa in promozione del territorio toscano”.
Si domanda allora Marchetti: “Da cosa nascono le preoccupazioni che arrivano direttamente dagli operatori turistici della Versilia? Cosa non ha funzionato in questo complesso meccanismo architettato dalla Regione attraverso cabine di regia sul turismo, convenzioni tra Comuni Regione ed agenzia di promozione turistica, Osservatorio regionale e ambiti turistici? Come vengono spesi i finanziamenti che la Regione eroga per il marketing e le attività di promozione turistica? Quante risorse sono state destinate alla Versilia? Ho presentato una interrogazione proprio per capire quanto di concreto sia stato fatto dalla Regione attraverso l’agenzia regionale e l’Ambito turistico della Versilia per la stagione 2019 che ormai si è praticamente conclusa con queste drammatiche attese di calo di presenze agostane”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.