Pd: “Adesivi su Bibbiano, sciacallaggio sulla pelle dei bambini”

Adesivi con la scritta Parlateci di Bibbiano, anche il Pd risponde per le rime. Lo fa con il segretario territoriale, Mario Puppa, il segretario comunale Renato Bonturini e il segretario di circolo del centro storico, Roberto Panchieri.

“San Francesco, luogo da sempre simbolo dell’impegno politico e sociale a favore dei più deboli – dicono – Pensate di intimidire qualcuno? Vien giusto da ridere se non ci fosse da indignarsi per l’ennesimo atto di offesa al decoro della città. Metteteci la faccia almeno: volete parlare di Bibbiano? Siamo sempre a disposizione. Ma esattamente parlare di cosa? Di un procedimento in corso da parte della magistratura? Oppure dell’ennesima strumentalizzazione, dell’ennesima macchina del fango, dell’ennesima propaganda elettorale? E parlare con chi, che vi nascondete? Siamo nel mondo capovolto, dove si gettano in pasto all’opinione pubblica parole e nomi senza davvero conoscere ciò a cui questi rimandano, per distogliere l’attenzione dai temi di cui dovrebbero occuparsi coloro che governano questo paese. Parlateci piuttosto dell’isolamento in cui state ricacciando sempre di più l’Italia. Oppure delle politiche per il lavoro, per la scuola, per lo sviluppo economico, per la cultura, per l’ambiente e per i giovani. Parlateci del rilancio di questo paese. E se proprio volete parlare di altro, allora parlateci di Putin e dei rapporti con la Russia, dell’appropriazione indebita da parte dei vertici della Lega di 49 milioni di euro, di cui la Corte di Cassazione ha da poco confermato la confisca, delle accise che sarebbero state eliminate, ma che dopo un anno sono sempre lì, più care che mai, oppure delle occupazioni abusive benevolmente tollerate”.
“Se la massima concezione della politica di queste persone – conclude la nota – consiste nel fare dello sciacallaggio sulla pelle dei bambini o nell’esporre alla derisione pubblica il vescovo della nostra città, sappiano che troveranno in noi degli oppositori irriducibili. Il Partito Democratico dai livelli locali fino a quello nazionale è impegnato a denunciare comportamenti di odio e violenza sul web e nella società, una deriva negli ultimi tempi troppo spesso colpevolmente tollerata e alimentata da chi ricopre importanti ruoli istituzionali ma che è importante contrastare con forza. Solo con una reazione decisa da parte di chi ha a cuore questo paese e i principi fondamentali scolpiti nella nostra Costituzione sarà possibile costruire un futuro diverso rispetto a quello fosco disegnato da chi ci governa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.