Appalto Sistema Ambiente, opposizione chiede chiarimenti

Una commissione di controllo per far luce sull’appalto da oltre 600mila euro di Sistema Ambiente. La chiedono a gran voce i consiglieri comunali di centro destra che desiderano fare chiarezza sul bando di gara per la fornitura a noleggio a lungo termine di due spazzatrici che ha visto la partecipazione di una sola ditta che poi si è aggiudicata l’appalto.

“Auspichiamo – affermano in una nota congiunta gli esponenti dell’opposizione – che in questa sede siano schiarite le nubi e l’assessore Raspini insieme a Sistema Ambiente dia risposta in merito alla scarsa partecipazione alla gara: se sia o meno dovuta alla presenza nel bando di caratteristiche tecniche talmente stringenti, che solo l’unica azienda partecipante poteva avere. Così come aspettiamo un chiarimento da parte dell’azienda sul fatto che il delegato dell’unica ditta partecipante, presente come da verbale all’apertura della gara, abbia o meno rapporti di parentela stretti con un ex collega del responsabile del procedimento”.
“Il palazzo di vetro tanto decantato da Tambellini in questi anni – conclude la nota dei gruppi consiliari – apra realmente le sue porte alla trasparenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.