Comitato sanità: “Asl controlli su servizi appaltati”

Il comitato per la sanità punta il dito sulla “fragilità di un ospedale costruito a suon di project financing”.
È duro il j’accuse del comitato: “È una disfatta preannunciata fin dall’inizio – dicono dal Comune – Concessione al privato, titolare di appalti, per la ristorazione, la sanificazione e la sterilizzazione dei locali e un grande buco di bilancio per rispettare i vincoli di accordo per pagare il suddetto privato nei prossimi 20 anni, da qui un inevitabile riduzione delle risorse umane e strumentali per risparmiare e ridurre il debito derivante dal contratto, ci chiediamo dove sono i controlli da parte dell’Asl sulla gestione dei servizi appaltati”.

“New Dehli, pane ammuffito, preservativo nella mela cotta, stanze di ricovero promiscue, spazi angusti al pronto soccorso – elencano dal comitato – Un encomio va sicuramente a coloro che ci lavorano ma ci chiediamo dove vada a finire la sanità pubblica in Toscana se questi sono i metodi. I comitati chiedono una risposta ben chiara da parte dell’Asl su una migliore gestione di un bene comune; la salute è di tutti come ricorda l’articolo 32 della nostra Costituzione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.