Convegno tra Forteto e Bibbiano, Barsanti attacca Marcucci

Più informazioni su

Fabbricanti di mostri. Dal Forteto a Bibbiano: le mani della sinistra sui bambini. Questo il titolo della conferenza organizzata da CasaPound per venerdì (15 novembre), alla 21 al Grand Hotel Guinigi sulla via Romana e già finita nel mirino delle polemiche con il senatore Andrea Marcucci del Pd che già ieri ha bollato l’iniziativa come “una schifezza”. La conferenza sarà introdotta dal consigliere comunale Fabio Barsanti e vedrà l’intervento del deputato Giovanni Donzelli e dal giornalista Francesco Borgonovo.

Giovanni Donzelli, deputato di Fratelli d’Italia, è membro della commissione parlamentare di inchiesta sul Forteto, ed è stato vice presidente della commissione regionale sempre sul Forteto. Francesco Borgonovo, vicedirettore del quotidiano La Verità, è autore del libro Bibbiano – I fabbricanti di mostri. Il dibattito sarà moderato dal giornalista Fabrizio Vincenti.
“La settimana scorsa – dichiara Fabio Barsanti – è stata emessa la condanna definitiva nei confronti di Rodolfo Fiesoli, il creatore della comunità degli orrori del Forteto, dove per decenni sono avvenute violenze e sevizie a danno di minori. Un vero e proprio sistema che ha coinvolto politica, magistratura, sanità e servizi sociali. Le responsabilità di Fiesoli erano già note negli anni ’70, ma l’allora Partito comunista ha impedito che si mettesse subito fine al suo orrore”. “Oggi – continua Barsanti – il senatore Pd Andrea Marcucci si schiera contro la nostra conferenza. Ancora una volta a sinistra non si vuole che si parli di pagine oscure che vedono coinvolti propri esponenti politici. Marcucci minaccia querele e attacca un convegno a cui partecipano un parlamentare della Repubblica e il vicedirettore di una testata nazionale. Si tratta di un attacco gravissimo alla libertà di espressione. Non certo una novità per la sinistra lucchese”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.