Quantcast

Baccelli (Pd): ‘Tutele per docenti precari con diploma magistrale’

Baccelli chiede tutele per gli oltre 600 insegnanti della provincia di Lucca, precari, che hanno protestato nelle scorse settimane. Sono quelli della scuole dell’infanzia e primarie con diploma magistrale, conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, in difesa dei quali il consigliere lucchese del Pd porta il caso in consiglio regionale con una mozione in cui chiede alla giunta un impegno preciso al governo e parlamento.

“Quella del mancato inserimento nelle graduatorie ad esaurimento dei docenti precari in possesso di diploma magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002 – commenta Baccelli – è una questione ormai annosa che auspichiamo possa essere definitivamente affrontata e risolta all’interno del percorso di conversione in legge del decreto scuola, che avvierà il suo iter in parlamento il 25 novembre. Una questione che sappiamo bene interessa da vicino e con numeri importanti la provincia di Lucca, dove sono circa 650 gli insegnanti delle scuole dell’infanzia e primaria con diploma magistrale; circa 9mila, invece, a livello regionale. Non possiamo continuare a mantenere nell’incertezza professionale un numero così importante di docenti – continua – Pertanto credo sia necessario un impegno concreto da parte della Regione Toscana. Chiedo alla giunta di attivarsi nei confronti del governo e del parlamento, e in tutte le sedi utili, affinché all’interno del percorso di conversione in legge del decreto 10 ottobre scorso si garantisca per i docenti precari in possesso di diploma magistrale (conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002) la continuità didattica per l’anno scolastico in corso e la salvaguardia del punteggio di servizio maturato negli anni scolastici. Due misure di buon senso a tutela del lavoro ma anche della continuità didattica. I rappresentanti toscani della categoria hanno sollecitato più volte l’esigenza di procedere in questa direzione – conclude Baccelli – Pertanto, nonostante il reclutamento del personale scolastico sia materia di competenza esclusiva dello stato, credo sia rilevante, che la nostra Regione continui a dimostrare fattivamente attenzione e sostegno alle centinaia di docenti che si trovano in questa situazione di stallo e incertezza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.