SiAmo Lucca: “Ex Onmi, Asl e Comune non dicono il vero”

Il gruppo consiliare: "La palazzina fa parte del complesso del Campo di Marte"

“E’ inutile che Asl e Comune continuino ad arrampicarsi sugli specchi e a mistificare la realtà, volendo farci credere che la palazzina ex Onmi è un edificio esterno al perimetro dell’ex presidio ospedaliero di Campo di Marte”.
Lo sostiene SìAmoLucca nel replicare sia all’azienda sanitaria che all’amministrazione Tambellini, dopo che la lista civica ha affermato come l’edificio in questione, con un investimento di 850mila euro per la sua ristrutturazione, sarà dato in comodato gratuito per 12 anni e diventerà sede di uffici regionali in cui saranno trasferiti dipendenti dislocati attualmente in varie sedi nel territorio provinciale, per attività che nulla hanno a che vedere con la sanità.
“Ribadiamo che la palazzina in questione era considerata ed è all’interno del presidio ospedaliero Campo di Marte come confermano i due più importanti progetti di valorizzazione di quell’area – precisa SìAmoLucca in una nota – Nel progetto Rocco Pellegrini (anno 2003) l’Asl includeva l’ex Onmi nella Cittadella della Salute, mentre nel piano Sinloc (anno 2014) la palazzina 8 era sempre considerata all’interno del complesso stesso e non interessata dalla dismissione dei beni o dall’essere adibita ad altre funzioni. Già questo smentisce la ridicola difesa di Asl e Comune, a cui si aggiunge il fatto, come ricordano certamente tutti i lucchesi, che la palazzina ex Onmi, di circa duemila metri quadrati, è stata nel tempo non solo la sede della direzione sanitaria ospedaliera, della centrale operativa 118 e di alcuni altri servizi sanitari e amministrativi, ma anche sede della Scuola Infermieri fino agli anni Novanta”.
“E che oggi – aggiunge Siamo Lucca – proprio lì potrebbe, a parere nostro, trovare di nuovo la sua sede naturale e uscire dall’eremo di Maggiano. Abbiamo smascherato le contraddizioni del centrosinistra: i discorsi li porta via il vento mentre invece carta canta”.
Secondo SìAmoLucca, l’amministrazione Tambellini ogni giorno “si inventa nuovi assetti e nuove planimetrie” dell’area ex Campo di Marte, “nascondendo però la verità”.
“Durante tutti gli ultimi consigli comunali dedicati al tema, il sindaco non ci ha mai parlato di questo progetto per l’ex Onmi, pontificando invece su presunte rassicurazioni che tutto sarebbe stato vincolato a destinazione socio-sanitaria – prosegue la presa di posizione della lista civica -. Come poteva non sapere del progetto della Regione? Siamo sempre più preoccupati, perché qualsiasi metro quadro è importante per la funzionalità dell’area ex Campo di Marte”.
“E stigmatizziamo l’inopportunità di cedere l’edificio per 12 anni alle esigenze della Regione, che – si aggiunge – nulla hanno a che vede con il piano sanitario. Purtroppo si tratta dell’ennesima conferma che l’amministrazione Tambellini è incapace a decidere autonomamente le sorti della città. E poi, come si puo’ continuar a invocare unità di intenti, quando l’opposizione è costantemente maltrattata in consiglio comunale da una giunta debole e incapace non solo ad ascoltare la cittadinanza, ma soprattutto nella realizzazione di una progettualità che rispetti le necessità socio assistenziali del territorio? Il sudditismo verso la Regione rende cieco il Comune”.
Conclude SìAmoLucca: “Si continui pure con la politica del ‘decidiamo solo noi’, a imbrogliare le carte, a sprecare denaro pubblico, a negare il finanziamento a 47 cittadini anziani per poter accedere ad una Rsa, a negare la possibilità di una partecipazione diretta della gente alle decisioni. La nostra lista civica non si lascia intimidire, continuando ad avvalersi del proprio diritto di critica e del diritto-dovere di proporre soluzioni alternative”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.