Aggressione omofoba ad Altopascio, la condanna di Prc e giovani comunisti

Basta con le aggressioni omofobe. Lo dice il partito della Rifondazione Comunista e i giovani comunisti.

“E’ semplicemente vergognoso nel 2020”, dicono riferendosi all’aggressione avvenuta nel fine settimana ad Altopascio.

“Oramai è ben chiaro il carattere intollerante del nostro paese e di molte forze politiche che incitano – sostengono -, nascondendosi talvolta dietro la morale cattolica e bigotta, a questi gesti e al rifiuto di tutto ciò che ritengono non essere conforme ai propri canoni. Come Prc non possiamo che condannare questo episodio chiedendo a gran voce che gli autori di questo gesto paghino le dovute conseguenze e vengano comminate ad essi durissime sanzioni”.

“Chiediamo inoltre a gran voce che le istituzioni intervengano per promulgare una buona legge contro l’omofobia – dicono – in maniera tale da tutelare tutti coloro che sono e sono stati vittime di questi episodi. La speranza di un’ Italia diversa, accogliente e rispettosa verso ogni singolo essere umano rimane il faro della nostra lotta politica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.