Dalle liste d’attesa al caso Barbantini, l’opposizione incalza Tambellini

I consiglieri interpelleranno il sindaco in consiglio comunale sulle questioni più scottanti

Sanità a Lucca, polemiche infinite. A rilanciare sono i consiglieri di opposizione Borselli, Consani, Testaferrata, Di Vito, Martinelli e Torrini, i quali avvertono: “Su Casa di cura Barbantini e sulla vicenda del dottor Trivella all’ospedale San Luca, avanzeremo al sindaco un’istanza affinchè fornisca chiarimenti in consiglio comunale”.

“Aspetti sanitari – sottolineano – che hanno caratterizzato il nostro territorio nel 2019, e che meritano una riflessione profonda. Il primo caso riguarda il budget della Casa di Cura convenzionata di Lucca, che essendo stato ridotto a norma della delibera regionale n. 1220/2018 dell’8 novembre 2018 ‘determinazione dei tetti massimi per l’acquisto di prestazioni dalle strutture sanitarie private accreditate’, non ha consentito ad un cittadino extraregione di rientrare per completare il ciclo di terapia. L’aspetto più preoccupante della vicenda, così come narrata sulla stampa, è che grazie, ai vari interventi eseguiti il paziente potrebbe evitare l’amputazione di un arto”.

“E’ incomprensibile il ragionamento alla base di chi guida la sanità Toscana, visto che approvando la suddetta delibera ha creato i presupposti per negare una spesa che sarebbe stata a carico di un ente sanitario extraregionale e quindi non avrebbe pesato sul bilancio della nostra Regione”.

I consiglieri comunali di opposizione ritengono che in questo modo “non si valorizzi la professionalità” che, pur essendo nel sistema sanitario nazionale “convenzionato”, ha portato lustro alla Regione e soprattutto è risultata una struttura attrattiva per i pazienti fuori regione.

E poi riflettono sull’altra spinosa questione. “Alla fine del 2019 c’è stato il provvedimento disciplinare a carico del direttore della struttura complessa di oculistica dell’ospedale San Luca, che non possiamo condividere, quindi manifestiamo la nostra solidarietà e vicinanza al dottor Fausto Trivella – spiegano -. Non lo conosciamo, ma leggendo il suo curriculum vitae risulta essere un professionista che ha costituito a Lucca un centro di eccellenza internazionale per la chirurgia orbitaria, delle vie lacrimali ed è uno dei massimi esperti nel campo dell’oculistica e dell’oftalmologia, è consulente per l’Ospedale Careggi e per il pediatrico Meyer di Firenze e infine è impegnato in missioni umanitarie in Africa, in particolare in Burkina Faso”.

I consiglieri comunali chiedono al sindaco, in qualità di presidente della conferenza zonale, che riferisca quale erano le critiche rivolte in quanto risulterebbe che fossero anche legate alla preoccupazione delle liste di attesa. “Questi due problemi ci consentono di proporre alcune questioni alla coalizione regionale di centrodestra che si presenterà alle prossime elezioni – prosegue la nota -. La prima riguarda la necessità di una completa trasparenza delle liste di attesa in modo che siano visibili a tutti sul sito web aziendale e il cittadino possa vedere, momento per momento, il livello di avanzamento della sua prenotazione sia per la visita che per l’intervento. In secondo luogo – concludono i consiglieri – vi è la necessità di rendere più costruttivo il rapporto tra dirigente (non solo direttore) e amministrazione, in modo da superare l’attuale imperialismo regionale nella gestione della filiera gerarchia e non considerare più dei sudditi chi ha il dovere primario di curare, curare bene e nelle migliori condizioni organizzative. Siamo pronti al dialogo con chi vuole un vero cambio di rotta rispetto al fallimento di Rossi e della sinistra Toscana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.