Caffè delle Mura ai cinesi, Santini: “Siamo alla deriva”

Il capogruppo di SiAmo Lucca chiede l'accesso agli atti

Antico Caffè delle Mura con nuova gestione e un probabile menù giapponese tra i sogni del nuovo acquirente, ad alzare la voce per le sorti della storica struttura lucchese anche il consigliere di SìAmoLucca Remo Santini dopo aver protocollato una richiesta urgente di accesso agli atti.

“Giova ricordare che il Caffé delle Mura è di proprietà del Comune – spiega Santini – ed è per questo che, con un rapido accesso agli atti, vogliamo prendere visione della copia del contratto con l’attuale gestore, gli stati di pagamento del canone di affitto, la corrispondenza intercorsa tra l’attuale gestore e la giunta in vista dello sbarco dell’imprenditore cinese. E, cosa ancora più importante, prendere visione della copia dell’accordo tra i gestori attuali e quelli annunciati per l’immediato futuro”.

Un approfondimento d’obbligo, secondo l’esponente della lista civica, per capire se l’operazione sia perfettamente regolare. “Spero che non ci venga risposto che la documentazione non esiste, perché sarebbe ancora piu’ grave – prosegue Santini – Comunque si dimostra ancora una volta che questa amministrazione non ha il controllo della situazione, non ha cuore l’immagine della città e i valori della lucchesità, tanto da smontarla pezzo per pezzo. Ed è  disinteressata alla valorizzazione della nostra secolare identità. Insomma – conclude Santini – una barca alla deriva”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.