Scuola Pascoli, Barsanti chiede un sopralluogo

Il consigliere di opposizione interviene sui dubbi per la sicurezza del plesso sollevati da alcuni genitori

Dopo il principio di incendio avvenuto alla scuola primaria Giovanni Pascoli, la preoccupazione di alcuni genitori e i dubbi su dei lavori attesi, il consigliere di opposizione Fabio Barsanti ha protocollato un’interrogazione, una richiesta di sopralluogo con la commissione lavori pubblici e ha portato all’attenzione il problema in apertura del consiglio comunale di martedì (21 gennaio).

“Senza creare allarmismi sulla scuola Pascoli – dichiara Barsanti in una nota – occorre tuttavia rilevare come l’amministrazione non abbia risposto a dubbi e domande. Dopo il principio di incendio avvenuto ad inizio gennaio, dovuto ad un corto circuito e che ha causato l’annerimento di una parete di un’aula scolastica, alcuni genitori hanno manifestato un po’ di preoccupazione in ordine allo stato della struttura. Nello specifico, si parla di impianto elettrico vecchio, di aule nelle quali piove, di solai puntellati e di lavori previsti ma che non sono mai iniziati”.

“Per questo ho protocollato un’interrogazione rivolta all’assessore ai lavori pubblici – prosegue la nota – e ho chiesto anche un sopralluogo da effettuarsi con la stessa commissione all’interno della scuola. Dato che i tempi di risposta alle interrogazioni sono molto lunghi, nelle raccomandazioni dell’ultima seduta del Consiglio ho sollecitato una risposta sull’argomento da parte dell’amministrazione, per andare quantomeno incontro alla richiesta di rassicurazioni emerse da alcuni genitori”.

“La situazione della sicurezza nelle scuole – conclude Barsanti – deve essere una priorità, visto che il loro stato generale non è dei migliori. È vero che nel piano triennale dei lavori pubblici sono previste delle spese per il loro adeguamento, ma di fronte agli interrogativi emersi in questo caso mi sarei aspettato, da parte del Comune, una risposta o la disponibilità ad affrontare la situazione. Invece ho trovato silenzio e indifferenza”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.