Caso Gregoretti, Montemagni: “Rossi giudice sui social. Sinistra becera”

La capogruppo della Lega: "Il governatore teme di perdere la Toscana e manipola la realtà"

“Non poteva certo mancare la solita sortita del presidente Rossi che su Facebook si mette la toga di giudice, emettendo immediatamente un verdetto di colpevolezza su Salvini, in merito al caso della nave Gregoretti“. A dirlo Elisa Montemagni, capogruppo della Lega in consiglio regionale.

“Secondo l’illuminato governatore in scadenza di mandato – prosegue Montemagni – sul senatore leghista esistono forti indizi di reato che giustificano l’autorizzazione a procedere, esprimendo poi un ulteriore giudizio sanzionatorio pure a livello morale”.

“Insomma secondo Rossi, ci troviamo di fronte ad un vero delinquente che ha fatto soffrire esseri umani solo per i suoi scopi elettorali. Riteniamo aberranti ed assolutamente fuorvianti – sottolinea l’esponente leghista – le esternazioni di Rossi che manipola la realtà, dipingendo Salvini come una sorta d’individuo senza pietà“.

“In realtà – insiste la rappresentante del Carroccio – l’ex ministro dell’interno, ha fatto pienamente il suo dovere che era quello di difendere i confini dell’Italia, chiedendo altresì che gli immigrati venissero equamente redistribuiti nei vari paesi europei“.

“Caro Rossi – conclude Elisa Montemagni – il tuo palese livore nei confronti di Salvini, nasconde il forte timore che la Toscana, a maggio, non sia più sotto l’egida della sinistra da lei ‘degnamente’ rappresentata“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.