Mallegni a Bagni di Lucca conferma la disponibilità a candidarsi in Regione

I rappresentanti di 'Un futuro' protestano per il patrocinio del Comune ad un incontro organizzato da Rifondazione

Nuovo tour a Bagni di Lucca ieri (17 febbraio) per i rappresentanti di Un Futuro per Bagni di Lucca Claudio Gemignani e Laura Lucchesi accompagnati dal coordinatore provinciale di Forza Italia Maurizio Marchetti e dal senatore Massimo Mallegni.

Il gruppo si è ritrovato con i simpatizzanti alla pizzeria da Pippo’s al Bar Italia di Ponte a Serraglio. Tanti i temi affrontati, dal locale, al regionale, al nazionale: impianto di compostaggio, centro collettivo migranti, centro sanitario, terme, sanità regionale, governo nazionale, candidature regionali.

È stata anche l’occasione per la presentazione del comitato per il sì al referendum sull’abolizione del numero dei parlamentari e per Mallegni di confermare la sua disponibilità a candidarsi alla presidenza della Regione. Marchetti e Mallegni hanno ribadito l’importanza della collaborazione con gli alleati, in atto anche a Bagni di Lucca, ed elogiato il lavoro del gruppo consiliare. Consiglieri che hanno colto l’occasione per presentare il lavoro di questi oltre due anni e mezzo di consiliatura, raccolto in un piccolo librino ciclostilato in proprio, andato a ruba e a disposizione di tutti.

I consiglieri hanno inoltre preso posizione anche sullo stato di abbandono in cui versa il territorio e ribadito che d’ora in avanti punteranno più a parlare del loro lavoro che delle numerose mancanze di altri, annunciando l’intenzione di ricandidarsi alle elezioni comunali del 2022.

Perplessità inoltre, espressa anche dalla popolazione presente, nell’apprendere che il Comune ha patrocinato un evento dal tema dell’immigrazione, organizzato da Rifondazione Comunista, dove si chiede la cancellazione decreti Salvini, chiusura campi di (citazione della locandina) detenzione e una nuova politica di accoglienza.

“Praticamente una amministrazione, la nostra, non più super partes ma di parte – affermano i rappresentanti dell’opposizione -. Ciò apre la strada affinché tutti, comprese le attività del nostro gruppo quali la presenza del giornalista Allam, o altro, possano chiedere e debbano ottenere il patrocinio dell’ente”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.