Declassamento bretella, il senatore Ferrara (M5S) chiede un tavolo di concertazione

L'esponente pentastellato: "Concessione scaduta, la strada da anni non è a norma con il codice della strada"

Declassamento della bretella autostradale, il senatore del Movimento Cinque Stelle, Gianluca Ferrara, chiede un tavolo tecnico di concertazione.

“Nei mesi scorsi – dice Ferrara –  già a partire dai rapporti intrapresi con il precedente ministro Danilo Toninelli, avevo fatto presente l’importanza del declassamento della Bretella, e si era giunti praticamente ad una conclusione positiva con i tecnici del ministero. Purtroppo poi l’irresponsabile caduta del governo provocata da Matteo Salvini ha bloccato anche questa iniziativa.  Successivamente ho ripreso i rapporti con il nuovo ministro De Micheli a cui ho fatto presente la situazione, la quale si era resa disponibile ad affrontare la questione. Tuttavia nonostante i miei solleciti, la pratica è ancora in una situazione di stallo”.

“Da alcune settimane – spiega Ferrara – sto lavorando con il sottosegretario al ministero dei trasporti Roberto Traversi affinché si superi l’immobilismo che si è creato sulla questione della Bretella e si realizzi a Roma un incontro con tutti gli attori coinvolti. Anche al viceministro Cancelleri ho spiegato la necessità di giungere ad un tavolo di concertazione in merito alla concessione autostradale, e proprio ieri ho contattato i sindaci dei comuni di Lucca, Massarosa, Viareggio, Camaiore chiedendo loro la disponibilità al tavolo tecnico di concertazione al ministero dei trasporti in presenza di tutte le parti coinvolte, sindaci locali, Anas, Salt Spa, Regione Toscana, Anci e Provincia di Lucca, chiedendo ai sindaci di inviare una missiva di conferma al ministero dove si rendono disponibili all’incontro tavolo”.

“La nota vicenda – prosegue Ferrara – è relativa alla concessione autostradale toscana delle autostrade A11 ed A12 ed alla specifica problematica della bretella A11-A12 Lucca-Viareggio da anni non più a norma per il codice della strada e notoriamente insicura, concessione scaduta dal 31 luglio 2019, e dalle mozioni comunali del Movimento 5 Stelle approvate all’unanimità, prima il 25 settembre 2017 nel consiglio comunale di Massarosa con la delibera consiliare 83, dove con tale approvazione si impegnava espressamente “l’amministrazione ed il consiglio comunale di effettuare le procedure necessarie atte a comunicare al suddetto Mit la richiesta di aprire, anche di concerto con altre amministrazioni comunali limitrofe, provinciali e regionali di ogni e più opportuno procedimento che porti ad una declassificazione del tratto autostradale Viareggio-Massarosa-Lucca”, e successivamente anche dal consiglio comunale di Lucca allo stesso modo approvata all’unanimità dal consiglio comunale con la deliberazione del consiglio comunale di Lucca numero 24 del 18 settembre 2018″.

“Dopo aver seguito tutto l’iter – conclude Ferrara –  e le problematiche anche tecnico strutturali della bretella, ed aver sollecitato i sindaci locali, il 29 luglio 2019 ho presentato la nota istanza al ministero delle infrastrutture e trasporti per la quale auspichiamo, nell’interesse dei cittadini di Massarosa, Lucca, Viareggio e della Versilia e Toscana tutta si giunga presto ad una conclusione positiva“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.