Barsanti (Cp): “Sia dato un contributo alle famiglie con figli disabili”

L'esponente dell'opposizione: "I centri sono chiusi e mancano operatori, si girino le risorse stanziate direttamente alle famiglie"

“Siano girati alle famiglie con disabili a carico i fondi per l’assistenza domiciliare”. Questa la richiesta rivolta all’amministrazione da consigliere comunale Fabio Barsanti. Secondo l’esponente di CasaPound infatti, a causa del coronavirus sono state chiuse le scuole e i centri diurni destinati ai disabili. Per questo Barsanti chiede al Comune di dirottare i fondi direttamente alle famiglie, in modo da potersi pagare l’assistenza domiciliare ed evitare ulteriori carichi economici.

“Abbiamo un grande problema che riguarda le famiglie con a carico persone diversamente abili – dichiara Barsanti in una nota – poiché, a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 e la relativa chiusura delle scuole, i ragazzi disabili non hanno, al momento, nessuno che possa seguirli. Anche i centri diurni sono stati chiusi dalla Regione, dunque le famiglie sono rimaste solo con il loro problema”.

“Il soggetto gestore del personale di assistenza, nella fattispecie Anfass – continua Barsanti – ha interrotto il servizio per mancanza di operatori, quindi non vi è possibilità, al momento, di fornire assistenza domiciliare. La soluzione tuttavia esiste: dirottare i fondi direttamente alle famiglie. Il decreto non ostacola l’assistenza a domicilio, e in questo modo le famiglie potrebbero trovare per conto proprio un operatore domiciliare”.

“Ho già inoltrato il problema alla Commissione sociale – conclude Barsanti – e faccio appello al Comune affinché ascolti la necessità di queste famiglie, che stanno portando avanti la richiesta a diversi comuni del territorio. Dirottiamo loro i fondi già altrimenti previsti per gli operatori e sosteniamo, anche economicamente, questo problema”

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.