Polizia penitenziaria, Montemagni (Lega): “Ministero si attivi per i tamponi”

La capogruppo in consiglio regionale si unisce all'appello Sappe

La capogruppo in consiglio regionale della Lega Elisa Montemagni si unisce all’appello del sindacato Sappe per chiedere la possibilità di sottoporre a tampone gli agenti della polizia penitenziaria a lavoro nelle carceri toscane.

“Non possiamo che condividere pienamente -afferma Montemagni – il pressante appello del sindacato Sappe che chiede la possibilità di sottoporre tempestivamente al tampone, tutti gli agenti della polizia penitenziaria, attualmente in servizio nelle carceri toscane. Vi sono già stati casi, ad esempio a Pisa, di agenti positivi e quindi riteniamo che non si debba attendere oltre per evitare che chi lavora negli istituti di pena, sia contagiato e rischi, a sua volta, di infettare, una volta finito il turno lavorativo, i propri familiari. Auspichiamo, dunque – conclude la rappresentante del Carroccio – che il Ministero competente si attivi in tal senso; chi già opera in condizioni, spesso, di assoluta precarietà, non deve anche rischiare la propria incolumità per l’indifferenza altrui”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.