Mascherine ai cittadini, Barsanti: “Giunta non se ne lavi le mani”

L'esponente di CasaPound: "Raspini ci ripensi"

L’assessore Raspini ha deciso di non fornire le mascherine alle famiglie lucchesi“. Questa l’accusa lanciata dal consigliere comunale di CasaPound, Fabio Barsanti.

“Raspini afferma come la priorità siano gli strumenti a supporto degli operatori sanitari – sostiene Barsanti -. Nessun dubbio su questo ultimo punto ma ci pare una lavata di mani bella e buona. Grazie alla collaborazione con aziende del territorio, abbiamo visto come sia possibile reperire un buon numero giornaliero di mascherine che possono tornare utili per quegli spostamenti necessari da fare nel massimo della sicurezza possibile”.

“L’assessore dovrebbe spiegare perché – continua la nota del consigliere – molte altre amministrazioni, come ad esempio Altopascio e Porcari, abbiano invece deciso di fornire kit per ogni famiglia. Sta quindi affermando che questi comuni lo abbiano fatto per un mero ‘gesto simbolico’? Sarebbe il caso che le giunte di centrosinistra si mettessero d’accordo, anche e soprattutto per fornire ai cittadini informazioni univoche e non contraddittorie”.

“La dotazione di mascherine per gli spostamenti che rappresentano una necessità – conclude Barsanti – possono essere strumento utile per combattere il propagarsi del virus. Ciò non deve lasciare indietro, ovviamente, il personale sanitario ma allora l’assessore farebbe bene a rivolgersi in modo critico nei confronti del suo presidente di Regione Rossi che proprio in questi giorni ha deciso di togliere le mascherine a medici e infermieri del pronto soccorso e del 118. In tutta questa confusione e schizofrenia amministrativa, credo proprio che dotare ogni famiglia di un kit di mascherine dovrebbe essere il minimo. Dunque invito l’assessore Raspini a ripensarci“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.