Rifondazione: “Rsa, fare di tutto perché non si diffonda il contagio”

Il segretario Strambi: "Una vera emergenza, bisogna agire"

Prendere tutte le misure necessarie al fine di evitare che il contagio da coronavirus si diffonda nelle Rsa. A chiederlo è il segretario di Rifondazione Comunista di Lucca, Giulio Strambi.

“In Toscana – afferma – sono già morti 22 ricoverati nelle case di riposo a causa del coronavirus. E’ una emergenza che non riguarda solo la nostra regione ma tutta la nazione. Rifondazione Comunista lo dice da giorni che bisogna porre fine a questa situazione e si rivolge ai presidenti delle Regioni affinchè si adottino tutte le misure indispensabili per salvare le vite dei nostri anziani e degli operatori sanitari”.

“Chiediamo – aggiunge – che in ogni Rsa venga fatto il doppio tampone agli ospiti ed a tutto il personale, sia attuato un piano immediato di isolamento dei contagiati e di verifica dei loro contatti, sia fornito materiale protettivo professionale per la tutela del personale, si trovino immediatamente i letti in ospedale, anche requisendo cliniche private, per chi deve essere ricoverato in terapia intensiva”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.