I gruppi di maggioranza: “Il Comune non lascerà indietro nessuno”

Pd, Lucca Civica, Sinistra con Tambellini: "L'amministrazione lavori per una ripartenza che contribuisca a cambiare in meglio la città"

Bisogna lavorare perché la “fase della ricostruzione sia volta a cambiare in meglio la città”. Lo dicono i gruppi consiliari della maggioranza Tambellini: Pd, Lucca Civica, Sinistra con Tambellini: “Il lavoro dell’amministrazione comunale sta andando verso i reali e drammatici bisogni dei nostri concittadini, con sforzi finalizzati a dare sostegno economico concreto ed immediato alla più ampia platea di lucchesi”.

“Come consiglieri comunali – si legge in una nota – sentiamo tuttavia forte il dovere di guardare oltre l’emergenza. Le telefonate che riceviamo in questi giorni ci spingono a raccogliere la disperazione di alcuni e la speranza di altri e rispondere. Mamme con figli disabili, precari e disoccupati, giovani che riflettono sul proprio futuro. Dobbiamo lavorare perché la fase della ricostruzione sia volta a cambiare in meglio la città. Emerge fra tutte l’emergenza del lavoro, il bisogno di ricevere servizi, supporto pratico e, non ultimo, psicologico”.

“Una crisi epocale come quella attuale – affermano – richiede alle istituzioni, come i comuni che sono enti vicini al cittadino, misure straordinarie e un approccio che tenga conto delle numerose problematiche portate alla luce dall’emergenza in corso”.

“Fra gli strumenti da potenziare – va avanti la nota – le misure sociali per sostenere i piú deboli, per contrastare le nuove povertà, il protocollo Lucca per il lavoro, sottoscritto da importanti soggetti pubblici del territorio. Nonché le politiche di sviluppo già scelte, da rafforzare, investendo di più nell’innovazione e innescando i meccanismi virtuosi della cosiddetta ‘economia circolare’. Il Comune dovrà investire risorse in questi canali per accendere nuovi motori di sviluppo a vantaggio di tutta la collettività”.

“Inizialmente coinvolto e assorbito dall’emergenza sanitaria, l’ente ha ritenuto prioritario sensibilizzare i cittadini al rispetto delle prescrizioni comportamentali – proseguono – per contenere l’infezione e al contempo sostenere il lavoro delle autorità sanitarie. In parallelo la protezione civile comunale, il servizio sociale e le attività produttive hanno adottato misure per far fronte all‘emergenza socio-economica e andare incontro alle maggiori fragilità della popolazione”.

“Le problematiche legate al lavoro sono oggi le più pressanti – si afferma -. E se guardare al futuro per alcuni cittadini è difficile, dobbiamo fare in modo che non divenga insostenibile. Per questo è fondamentale che il Comune di Lucca scenda in campo a supporto non solo di chi si trovava già in condizioni precarie, ma anche a sostegno di quella fascia socio-economica della comunità che è stata più colpita delle altre dai provvedimenti di chiusura forzata; diverse realtà di contesti diversi che cominciano a manifestare problematiche destinate ad acuirsi”.

“Il fondo di mutuo soccorso per sostenere l’economia a supporto delle categorie che stanno subendo un duro colpo per la chiusura delle attività dovrà essere la sperimentazione di un vero e proprio volano – si afferma – per la ripartenza della attività economiche cittadine. E ci auguriamo possa crescere anche grazie a contributi esterni. Vogliamo, come maggioranza, che il Comune sia vicino e risponda alle preoccupazioni dei cittadini, per contrastare paura e sgomento e non lasciare indietro nessuno”.

“Nessuna famiglia, nessuna madre, nessun nonno, nessun disabile, nessuna partita Iva – concludono -, nessun artigiano, nessun piccolo imprenditore, nessun precario deve perdere la speranza e noi faremo di tutto per dare risposte in linea con le attese e le necessità delle cittadine e dei cittadini lucchesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.