Montemagni (Lega): “Coinvolgere le strutture private per i tamponi al personale sanitario”

La consigliera regionale: "Sbagliato escludere a prescindere chi voleva dare una mano senza fini di lucro"

“Per fare i test sierologici a tappeto a tutti gli operatori sanitari occorrerà, giocoforza, parecchio tempo e quindi, sinceramente, non capiamo l’avversione da parte della Regione Toscana nei confronti degli istituti privati che, gratuitamente, come nel caso di una struttura lucchese, si propongono come una valida opzione, certamente non con l’intento di scavalcare la Sanità pubblica”. A dirlo è Elisa Montemagni, capogruppo della Lega in Consiglio regionale.

“Si tratta di un’alternativa per ridurre i tempi. Pertanto – precisa l’esponente leghista – invece che avversare chi offre questa opportunità, bisognerebbe lodare chi si pone al servizio, senza fini di lucro, della comunità medica. Ovviamente bisogna pretendere che le cliniche private adottino tutti i doverosi protocolli del caso, con metodiche, quindi, assolutamente inattaccabili”.

“Tra l’altro – insiste Montemagni – la stessa società di Lucca aveva anche fornito una Rsa di alcuni tamponi ma l’operazione è stata, anche in questo caso, bloccata. A nostro avviso l’ordinanza sul tema dello scorso 3 aprile firmata da Rossi, oltre che tardiva, è anche, sotto questo aspetto, decisamente criticabile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.