Quantcast

In quindici in uno scantinato, Lega: “Amministrazione faccia chiarezza”

Gli esponenti del Carroccio: "Distanziamento sociale e norme igienico sanitarie violate"

Aggressioni e…assembramenti. In questo periodo di restrizioni e disposizioni governative non si fa attendere la nota dell’europarlamentare della Lega, Susanna Ceccardi ed il commissario provinciale del Carroccio Andrea Recaldin che chiedono chiarezza su quanto accaduto nel centro storico di Lucca poche sere fa: un rapinatore è stato arrestato e trovato a vivere in un fondo commerciale con altri 15 persone.

“Abbiamo letto con sconcerto la notizia della presenza di quindici extracomunitari in uno scantinato a pochi passi dal Comune di Lucca, in pieno centro – scrivono – Uno di loro, su di giri, avrebbe anche aggredito un commerciante che effettuava consegne a domicilio, facendo così venire alla luce la situazione”

“Oltre alle problematiche legate alla sicurezza ed all’ordine pubblico – concludono – chiediamo a gran voce che l’amministrazione comunale faccia chiarezza su quanto accaduto. Non possiamo chiedere che siano solo i nostri concittadini a fare enormi sacrifici, per contenere la diffusione dell’epidemia: il distanziamento sociale e le norme igienico sanitarie, evitando situazioni di promiscuità, devono essere rispettate da tutti“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.