Quantcast

Montemagni (Lega): “Basta burocrazia per l’edilizia”

La consigliera regionale accoglie l'appello alla semplificazione del presidente provinciale dell'ordine dei geometri

La Regione complica le pratiche urbanistiche. La pensa così il capogruppo della Lega in consiglio regionale, Elisa Montemagni.

“Da geometra e da esponente politico – afferma – non posso che esprimere, come già fatto negli anni, il mio disappunto per la gestione in materia di edilizia. Dalle 18 modifiche apportate in 4 anni alla legge 65, fino alla stesura da parte della giunta di regolamenti che complicano in modo esponenziale il lavoro dei tecnici, costretti a lavorare annaspando in una burocrazia fumosa e complessa che non lascia scampo ai territori e nemmeno ai cittadini”.

“Proprio in un momento – prosegue Montemagni – in cui, vista l’emergenza coronavirus, pure il settore edile, che già era in ginocchio, sta enormemente soffrendo, con prospettive tutt’altro che rosee ecco che la Regione, per complicare le cose, cambia nuovamente le carte in tavola, dimostrando scarsa attenzione verso la tanto auspicata semplificazione”.

“Insomma – precisa Montemagni – ancora una volta, i cavilli burocratici rischiano di essere un ulteriore ostacolo per un comparto in palese affanno. Tra l’altro un ambientalismo così sfrenato, che è stato la stella polare della sinistra toscana che ha legiferato negli ultimi dieci anni, non è sicuramente opportuno, poichè mette in crisi sia gli operatori del settore che le amministrazioni comunali”.

“Insomma – conclude Elisa Montemagni – non posso che condividere appieno lo sfogo del presidente provinciale lucchese dell’ordine dei geometri, di cui faccio parte, che stigmatizza l’operato di legislatori ormai seriali. Sarebbe l’ora di iniziare a vedere l’edilizia per quello che realmente è, cioè la spina dorsale dell’economia del paese e quindi anche della nostra regione; trattarla come si tratta un nemico è un errore che solo i miopi possono commettere”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.