Tiro a segno, Montemagni (Lega): “La Regione riapra le strutture per permettere l’addestramento delle guardie giurate”

La consigliera regionale: "Le misure di sicurezza sarebbero pienamente garantite"

“Con una certa periodicità – afferma Elisa Montemagni, capogruppo in consiglio regionale della Lega – chi svolge la professione di guardia giurata è tenuto ad esercitarsi ai canonici tiro a segno e tali luoghi addestrativi sono tuttora inibiti alle persone e ciò sta comportando delle problematiche per chi, obbligatoriamente, deve dedicare alcune ore alla predetta attività“,. Lo  dichiara la capogruppo in consiglio regionale della Lega, Elisa Montemagni.

“Riteniamo che sia utile, quindi – precisa l’esponente leghista – che la Regione possa prevedere una specifica deroga ai provvedimenti nazionali, permettendo, così, la riapertura di queste strutture. L’addestramento, ovviamente – sottolinea la rappresentante del Carroccio – viene svolto singolarmente, le piazzole sono a debita distanza e quindi le misure di sicurezza sarebbero pienamente garantite. Insomma – conclude la consigliera – auspichiamo che le tante guardie giurate operative in Toscana, possano, a breve, poter nuovamente accedere ai tiro a segno, visto che, tra l’altro, la loro richiesta non è per diletto, ma inerente alla loro delicata professione”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.