Martinelli e Testaferrata: “Comune difenda politiche per la famiglia e per la vita”

I consiglieri contro la Regione: "Più soldi per i nuclei familiari di Lucca"

“Servono politiche a vantaggio della famiglia e della vita, fin dal grembo materno e non vergognose ed insensate richieste da parte del consiglio regionale, a favore dell’aborto”. Lo dichiarano in una nota, i consiglieri comunali di centrodestra Marco Martinelli e Simona Testaferrata.

“Il sindaco Tambellini – aggiungono i consiglieri di centrodestra – a nome della città di Lucca, si dissoci dalla politica abortista della Regione e chieda più soldi per le famiglie di Lucca. Il governatore della Toscana Rossi prenda esempio da Zaia che ha varato provvedimenti di segno opposto: assegno di natalità fin dall’inizio della gravidanza, bonus economico sulla base del fattore famigliare (numero dei figli), asili nido gratuiti per le famiglie più bisognose”.

Le famiglie – concludono i consiglieri di centrodestra –  sono l’asse portante di questo paese ed hanno fatto da ammortizzatore sociale: scuola, sostegno psicologico e sanitario a minori e anziani di ogni età. In Regione Toscana la maggioranza di sinistra invece ha messo al centro della sua azione priorità ideologiche ed insensate, con un atteggiamento di disinteresse per la povertà delle famiglie”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.