Urbanistica, Giannini (Pd) nuovo presidente di commissione

Riprende l'attività dell'organismo consiliare. Venerdì il Consiglio sulla parte sud dell'ex Manifattura

Riparte l’attività della commissione urbanistica a Lucca. Ieri (1 giugno) la prima seduta dopo dicembre e dopo le dimissioni dal Consiglio della presidente Francesca Pierotti ha ricostituito nella sua pienezza l’organismo consiliare con l’elezione del nuovo numero uno. Si tratta di Gianni Giannini, consigliere comunale del Pd, che è subentrato in commissione urbanistica dalla commissione lavori pubblici al posto del consigliere Cellai che a sua volta aveva in un primo momento preso il posto della consigliera Pierotti.

La seduta di ieri è stata occasione per l’opposizione, in particolare per la consigliera di centrodestra Simona Testaferrata, di stigmatizzare la paralisi dell’attività della commissione in questi mesi, nonostante l’avvio dell’iter per il piano operativo.

Il primo appuntamento per parlare di temi urbanistici sarà già venerdì (5 giugno) quando si terrà il consiglio comunale, sempre in forma virtuale, che affronterà il tema del progetto di Coima e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca per la parte sud della ex Manifattura tabacchi.

Il neopresidente, nel discorso di insediamento, ha affrontato alcuni temi. La priorità, ha affermato, sarà quella di prendere in mano i contributi all’avvio del procedimento per il piano operativo. Giannini, poi, ha sottolineato l’impegno dell’amministrazione per il recupero della ex palestra di via dei Bacchettoni. Impegno anche per rimodulare il personale per una maggiore efficienza dell’archivio e per l’ufficio di edilizia privata.

Un cenno anche all’ipotesi della realizzazione di un nuovo casello autostradale a Mugnano, possibilità di cui si avvierà una discussione con Autostrade per capirne fattibilità e vantaggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.