Stop fiere, Montemagni: “Ambulanti in crisi, Regione sblocchi situazione”

La consigliera leghista dalla parte degli ambulanti che vogliono tornare a lavorare nel rispetto delle normative

“Se i classici mercati hanno ripreso – pur se tra oggettive difficoltà – la loro attività, chi rischia ulteriormente di essere fortemente penalizzato dall’emergenza coronavirus, sono coloro i quali frequentano le tradizionali fiere che, ad oggi, non sono state riprogrammate”.

Così Elisa Montemagni, capogruppo in consiglio regionale della Lega, preoccupata per la situazione delicata dei fieristi che oggi si ritrovato senza occupazione e che chiedono “di poter tornare a svolgere, nel rispetto delle misure di sicurezza, il proprio lavoro”.

“Una stringente quanto lecita esigenza – sottolinea la rappresentante del Carroccio – a cui la Regione è chiamata a dare risposte concrete e tempestive. Questa particolare tipologia di commercianti svolge, infatti, un lavoro fondamentale nel contesto degli eventi che si svolgono periodicamente sul nostro territorio. Tra di loro, ci sono qualificati artigiani di svariati settori, chi promuove e valorizza prodotti alimentari, magari tipici del territorio toscano, senza dimenticare coloro i quali vendono abbigliamento, bigiotteria o arredo per la casa”.

“Insomma – conclude il Consigliere – un ampio, quanto apprezzato mondo di micro-imprese che deve essere salvaguardato dalle Istituzioni, le quali devono celermente attivarsi per consentire la ripresa degli eventi fieristici in Toscana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.