Consiglio comunale, minuto di silenzio per la morte di George Floyd e per le giovani vittime della strada

Accolta in apertura di assise la richiesta del consigliere pentastellato Massimiliano Bindocci

Il consigliere del Movimento 5 stelle di Lucca Massimiliano Bindocci ha chiesto e ottenuto dal presidente del Consiglio Francesco Battistini e dall’assise un minuto di silenzio in consiglio comunale per la morte dell’afroamericano George Perry Floyd avvenuta il 25 maggio scorso a Minneapolis. Un minuto esteso poi anche alle vittime degli incidenti stradali avvenuti sul territorio nei giorni scorsi.

“Ho poi tenuto sullo sfondo della mia immagine nel consiglio comunale online la scritta I can’t Breathe – spiega il consigliere – Ovviamente questo per il valore che ha assunto quell’episodio, emblema della lotta agli abusi di potere di alcune figure che in modo sbagliato tutelano l’ordine pubblico e come simbolo della lotta alla discriminazione e al pregiudizio razziale. Il minuto è stato esteso su richiesta di un altro consigliere alla strage per gli incidenti stradali avvenuti in questi giorni”.

“Anche qui – ha concluso – si può fare di più in termini di educazione stradale e in materia di gestione delle strade, i dati della incidentalità  dimostrano che non si può parlare sempre di fatalità. Ritengo che la sensibilità su certi temi debba essere sempre alta e ringrazio il presidente per aver accordato il minuto di silenzio su questi temi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.