Marcheschi e Zucconi: “Maltempo, Regione stanzi fondi immediati per zone colpite”

Gli esponenti di Fratelli d'Italia: "Va dichiarato lo stato di calamità"

Danni da maltempo in Valle del Serchio, il consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) e l’onorevole Riccardo Zucconi (Fdi) chiedono alla Regione fondi immediati per le zone colpite.

“Il presidente Rossi deve intervenire immediatamente nel territorio al confine tra le province di Lucca e Pistoia dove il forte maltempo ha provocato gravi danni – commenta Marcheschi -. Presenterò in consiglio regionale una richiesta ufficiale, un atto, affinché la Regione stanzi fondi immediati. La Regione decreti lo stato d’emergenza e chieda lo stato di calamità. Le piogge hanno causato allagamenti, esondazioni, smottamenti, crollo di alberi, criticità su strade provinciali e comunali, con anche alcune famiglie isolate, in Garfagnana, nella Valle del Serchio e al confine tra le province di Lucca e Pistoia. Problemi in Alta Versilia a Stazzema. I comuni più colpiti sono stati Gallicano, Barga, Fabbriche di Vergemoli, Castelnuovo Garfagnana e Coreglia Antelminelli. Danni all’Abetone con piste da sci distrutte e strade praticamente cancellate da rami crollati, detriti e esondazioni. Danni all’agricoltura, in particolare sulla montagna pistoiese”.

“E’ doveroso e necessario che la Regione Toscana preveda immediatamente fondi per le zone della Garfagnana colpite dal nubifragio della scorsa notte –afferma l’onorevole Riccardo Zucconi – e dichiari subito lo stato di calamità. Sono stati riscontrati danni per svariati milioni di euro che vanno a sommarsi alla crisi causata dall’emergenza Covid-19: i cittadini, le attività, i comuni non possono e non devono essere lasciati soli in un momento così delicato, il governatore Rossi non perda tempo e intervenga quanto prima per garantire alle province di Lucca e Pistoia tutti gli aiuti necessari”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.