Autovelox sulle provinciali, Bonfanti a Tambellini: “Attendiamo nulla osta per la posa dei cavi”

Il rappresentante di Palazzo Ducale risponde alle richieste: "È nostra intenzione fare il prima possibile. Bloccati anche dal Tar"

“Monitoriamo con estrema attenzione la situazione sia sulla provinciale per Camaiore, sia sulla provinciale 25 del Morianese, proprio perché siamo consapevoli che sono due viabilità che hanno bisogno di interventi, per garantire la sicurezza di chi vi transita”. A dirlo è il consigliere provinciale e sindaco di Pescaglia, Andrea Bonfanti, che è titolare della delega per la viabilità per Lucca e Pescaglia.

“Sebbene comprenda perfettamente le preoccupazioni del sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini – prosegue Bonfanti – ricordo che lo scorso 11 dicembre, la Provincia ha avanzato all’amministrazione comunale la richiesta di nulla osta per la posa dei cavi che permetteranno l’installazione degli autovelox e che, a tutt’oggi, non abbiamo avuto alcun riscontro in tal senso. Spero che questo ritardo non si protragga, in modo da poter procedere speditamente al momento che ne avremo la possibilità e il fatto stesso che Tambellini sollevi la questione, mi fa pensare che tutto sia pronto da parte del Comune di Lucca per quel nulla osta fondamentale per poter intervenire”.

A rallentare ulteriormente l’intervento degli autovelox, ritenuti un ottimo deterrente per quanto riguarda l’alta velocità che spesso è la responsabile degli incidenti che vi si verificano, è, infatti, arrivata la sentenza del Tar che, dando ragione alla ditta arrivata seconda alla gara per l’installazione dei dispositivi, allunga di fatto ulteriormente i tempi. “Prioritario per noi è procedere nei tempi più stretti possibili – sottolinea Bonfanti -, quindi, faremo sicuramente delle valutazioni su un possibile ricorso rispetto alla decisione del Tar, ma sostanzialmente ci importa che gli autovelox vengano installati. Questa nostra linea di azione, comunque, non preclude alla ditta esclusa di fare lei ricorso, ma stiamo viaggiando nel campo delle ipotesi e, quindi, non possiamo dare certezze in tal senso”.

“In tutti i casi – conclude Bonfanti – vogliamo risolvere questi problemi e rendere queste strade più sicure, dando ascolto non solo ai tecnici, ma anche (e in alcuni casi soprattutto) a chi vive in queste zone. La scorsa settimana, infatti, ho incontrato il comitato dei residenti del morianese e, dal confronto nato, abbiamo individuato un altro importante punto ‘nero’ della circolazione e, cioè, l’immissione della provinciale sul ponte Dalla Chiesa, sia da che per la Garfagnana. Anche in questo caso, i tecnici sono al lavoro per poter trovare una soluzione che renda la circolazione sempre più sicura. D’altronde, la sicurezza del transito sulle nostre strade è uno dei punti centrali della nostra azione, sia che si tratti di piccoli interventi di manutenzione ordinaria, sia che si tratti di opere più impegnative, ma che vadano a risolvere criticità come quelle che si sono evidenziate nelle due strade in questione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.