Ex Gesam, perplessità da Italia Viva e Riformisti

Baccini e Colucci: "Il progetto è da modificare"

Progetto della piazza coperta all’ex Gesam, perplessità anche da Alberto Baccini di Italia Viva e Francesco Colucci dei Riformisti Toscani.

“Il progetto dell’architetto Pellegrini – dicono – ci vede perplessi per l’alto costo dell’opera, oltre 6 milioni di euro, ma soprattutto per la scarsa considerazione in cui vengono tenute le vestigia coperte dell’antico Porto della Formica, che molta parte ha avuto nei secoli nella storia e nell’indipendenza della Repubblica Lucchese e che potrebbe essere valorizzato anche in sede turistica. Scarsa considerazione confermata dalle parole di pochi giorni fa del sindaco Tambellini: ‘Il Porto della Formica che fine farà? Resterà al suo posto, lì dove è oggi, interrato a due metri di fianco all’edificio….'”.

“Siamo con Matteo Renzi perché è un innovatore e non un conservatore – spiegano -, per cui vogliamo accogliere l’invito di Pellegrini al dialogo costruttivo affermando che siamo pronti a modificare il nostro giudizio se sull’opera venissero accolte due nostre aspettative. Nel progetto e nell’esecuzione dei lavori siano fatte le modificazioni, ove occorressero, che impedissero una futura riemersione del Porto della Formica e della sua visibilità, dopo il restauro. La giunta comunale si impegni a ricercare nuovi fondi per il recupero e la valorizzazione del Porto della Formica, destinando ad esso anche le eventuali economie nell’esecuzione delle opere ore previste, che sarebbero opportune”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.