Italia Viva Lucca: “Appalti da affidare alle aziende del territorio”

Baccini e Colucci: "Provincia e Comuni attuino subito le procedure per applicare le norme del decreto semplificazione"

Appello di Italia Viva al presidente e ai sindaci della Provincia di Lucca per una gestione degli appalti e dei lavori diversa dall’attuale, seguendo le nuove regole del decreto semplificazioni, che il governo ha adottato.

“Con le norme in vigore fino a ieri – dicono Alberto Baccini e Francesco Colucci – i lavori pubblici appaltati nella maggior parte dei Comuni e nella provincia di Lucca, sono stati vinti da imprese non lucchesi, quasi sempre di fuori regione, con ribassi che spesso hanno creato intralci al completamento dei lavori stessi, con ritardi, contenziosi, fallimenti. Il nuovo decreto semplificazioni, fortemente voluto da Italia Viva per sbloccare i cantieri e avere appalti più veloci e certi, sta per iniziare la sua operatività. Sono previste fino al 31 luglio 2121 norme semplificate per affidare i lavori, sia direttamente che, senza bando, con la consultazione diretta di un certo numero di ditte che varia a secondo l’importo dei lavori da appaltare”.

“L’appello che facciamo al presidente della Provincia e ai sindaci dei Comuni del territorio – dicono – è che si proceda velocemente a attrezzare gli uffici per queste nuove procedure di affidamento dei lavori e che, nel rispetto della legge, si invitino soprattutto imprese locali, al massimo regionali. Questa decisione avrebbe due effetti pratici: il primo, immediato, di contribuire a far riprendere l’economia lucchese provata dalla pandemia, dando lavoro a imprese e maestranze locali, il secondo di avere lavori più celeri nella esecuzione ma anche più precisi e validi nell’esecuzione, avendo una ditta locale l’interesse a fare presto e bene, per essere valorizzata e stimata a differenza di una azienda di terre lontane, che non si rivedrà più”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.