Baccelli (Pd): “Sottopasso piazzale Boccherini grazie alla gestione dei fondi Ue della Regione”

Il consigliere uscente: "Ruolo fondamentale dell'Europa per il futuro delle nostra comunità. Ora il Mes per la sanità"

Soddisfazione anche dal consigliere regionale Stefano Baccelli per l’inaugurazione di questa mattina (6 agosto) del sottopasso ciclopedonale di piazzale Boccherini.

“L’inaugurazione del sistema rotatoria-sottopasso di piazzale Boccherini – ha commentato – è un evento importante per il quartiere Sant’Anna e per tutta la città di Lucca; un intervento di riqualificazione, all’interno del progetto Quartieri Social-Piu, che agevolando la mobilità del territorio migliorerà sensibilmente la vita delle persone”.

“Per fare opere di riqualificazione urbana – commenta – voglio ricordare che occorrono buone discipline normative e risorse economiche: in Regione, in questi anni, non a caso siamo intervenuti sulla legge 65 che disciplina il governo del territorio, proprio per consentire in modo più agevole azioni di rigenerazione urbana, come appunto quello che riguarda piazzale Boccherini. È grazie al bando Piu – progetti di innovazione urbana –  di cui hanno beneficiato i Comuni di Lucca e Capannori, che l’amministrazione lucchese ha potuto, tra gli altri, realizzare l’intervento di riqualificazione di piazzale Boccherini, in questo caso grazie alle risorse pari 6,5 milioni di euro della Regione Toscana veicolate dall’Unione Europea per il progetto dei Quartieri social. Un progetto segno di una regione che unisce buone normative a investimenti economici a loro sostegno”.

“E segno – aggiunge Baccelli – anche del ruolo fondamentale che gioca l’Unione Europea per il futuro delle nostre comunità, delle infrastrutture, dello sviluppo e della crescita dei territori.  Quello che abbiamo inaugurato questa mattina è un progetto certamente pre Covid, ma voglio sottolineare che  qualora accettassimo i fondi del Mes avremmo a disposizione qualcosa come 2,3 miliardi da investire in sanità. Questo può darci la misura di quanta progettualità occorrerà agli enti locali e alla stessa Regione Toscana per usufruire a pieno di questi investimenti straordinari sulla Next Generation dell’Unione Europea, per uno sviluppo sempre più sostenibile della nostra regione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.