Bindocci (M5S): “Comune si bea per i conti in ordine ma i lucchesi stanno peggio”

Il commento del consigliere comunale nel dibattito sull'assestamento di bilancio

Il M5S ha votato contro le variazioni di bilancio del Comune per l’emergenza Covid “perché sono state insufficienti e mal gestite”. Lo spiega il consigliere comunale Massimiliano Bindocci.

I lucchesi stanno peggio – spiega – il Covid ha messo la Lucca che lavora in ginocchio: imprenditori, piccole realtà artigiane, attività turistiche, acconciature, molti dipendenti e molte altre persone hanno passato mesi di crisi e poi sono ripartite con grandi difficoltà. Ma non tutti sono ripartiti. In questa tragedia il Comune esce con alcune modifiche di bilancio e si bea per i conti in ordine, mentre la pancia di molto lucchesi è vuota. Non si sono fatti sul sociale interventi straordinari, nemmeno sulle imprese, non si sono tagliati i costi della nettezza urbana, anzi si è fatta una operazione che vede affogare per giorni mezza città nei sacchetti dell’immondizia”.

“Ora finite le casse integrazioni pioveranno i licenziamenti – commenta Bindocci – e la situazione peggiorerà. Molte imprese non riapriranno. Alcune aziende chiuderanno. Ed il Comune è contento per i conti in ordine. Si è fatta molta fuffa ma poca sostanza, e il fatto che la contabilità sia tenuta bene rende merito agli uffici, ma avremmo preferito un Comune che tirava la cinghia e che aiutava di più e con più trasparenza i cittadini. Si era chiesto come consiglieri di opposizione una commissione specifica, ma la amministrazione ha preferito fare da sé senza coinvolgere il consiglio comunale nello spiegare le scelte e le modalità dei vari interventi. Perché il Comune ha fatto così?”.

“La sensazione – prosegue il consigliere – è che la imminente campagna elettorale abbia distratto la macchina comunale e non ci sia stato un aiuto adeguato ai lucchesi. Si sono spesi i soldi arrivati dal governo e si è fatto – con pochi soldi – una operazione solo di propaganda. In altre città si è fatto meglio e con più trasparenza. Lucca uscirà dall’emergenza Covid solo grazie alla voglia di lavorare degli imprenditori ed alla capacità di adattamento di molti lucchesi, ma il dramma Covid è stato subito ed affrontato davvero male. Nel momento del bisogno si è visto dunque che questo Comune ha saputo pensare più per sé che per i propri cittadini, ed i più deboli ovviamente sono quelli che hanno pagato di più”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.