Martini (Pd): “Bene i conti in ordine del Comune, ora via con i lavori e i servizi”

La presidente della commissione bilancio: "Investimenti possibili solo grazie alla buona gestione del Comune"

La presidente della commissione bilancio, Chiara Martini (Pd) difende il lavoro dell’amministrazione e degli uffici per mantenere i conti in ordine e annuncia: “Ora via con i lavori, i servizi e le spese”.

“L’assestamento – dice Martini – è la variazione di bilancio più importante che si fa durante l’anno finanziario e si affianca alla salvaguardia degli equilibri. Mediante la variazione di assestamento si attua la verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva ed il fondo di cassa, al fine di mantenere il pareggio di bilancio. Quello che è accaduto ieri in Consiglio rappresenta quindi un momento importante della gestione finanziaria dell’ente, perché consente di realizzare le verifiche di bilancio e, in caso di necessità, di porre in essere le dovute manovre correttive sull’andamento finanziario della gestione, in relazione alle indicazioni fornite dai vari responsabili di settore”.

Il risultato è buono dal punto di vista finanziario – spiega Martini – ma c’è prudenza nel procedere, perché l’aspetto più preoccupante sono le minori entrate del 2020 che sapremo con certezza solo alla fine dell’anno (si prevede un meno 10 milioni). Tuttavia ad oggi il bilancio è salvo grazie alla buona gestione che il Comune ha dimostrato di garantire anche in una fase di cambiamento forte e difficile com’è stata questo primo semestre dell’anno e grazie al contributo che è arrivato dal governo, superiore alle aspettative che ammonta a circa 7,2 milioni. Con la variazione di assestamento abbiamo riordinato il bilancio dopo un periodo molto difficile e delicato, circa 7 mesi di urgenze e repentini cambiamenti normativi. La variazione ha riordinato le entrate e le uscite previste a dicembre 2019 quando nessuno si sarebbe mai immaginato che accadesse quanto è accaduto: la pandemia da Covid-19″.

“Il Comune si è fin da subito mosso – prosegue Martini – ha reagito con la manovra Lucca Riparte, ha potuto dare supporto a tutti i settori dal sociale, alla scuola, dalla cultura allo sport, dai servizi offerti con il sistema delle partecipate alle attività. L’approvazione fatta ieri in Consiglio è poi importantissima anche per un altro motivo: consente di procedere con l’assegnazione del contributo di 500 euro ai titolari di attività commerciali e artigianali che pagano un canone di locazione e che faranno richiesta partecipando al bando per il fondo affitti istituito dal Comune. Adesso che dal punto di vista finanziario le risorse sono state allocate nella modalità richiesta dai servizi e per far fronte all’impatto che l’epidemia ha provocato sulla città, si rende necessario procedere con i lavori e tenere alta la performance di spesa, semplificando il più possibile e utilizzando al massimo tutte le possibilità che il decreto semplificazione ha previsto. Il piano annuale delle opere pubbliche così come modificato ieri sera e recepito dall’assestamento è addirittura più ricco e realizzabile con risorse proprie di quello previsto a dicembre 2019. Quindi la raccomandazione è di procedere approfittando del fatto che per legge sono state alzate le soglie previste dal codice dei contratti per procedere con affidamenti diretti – più celeri rispetto ad altri tipi di affidamento – per l’assegnazione di lavori per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade, delle scuole, delle piazze, dei monumenti e per il potenziamento dei servizi pubblici.”.

“Concludo quindi con un apprezzamento del lavoro svolto dagli uffici – afferma – e auguro buon lavoro per i mesi che ci aspettano di qui alla fine dell’anno, che saranno intensi di scadenze e tappe. Ma sono sicura che gli uffici sapranno fare del loro meglio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.