Colucci: “Capitale della cultura, un’altra occasione persa per Lucca”

L'esponente dei Riformisti per Italia Viva critico per la mancata candidatura della città

Lucca non figura tra le candidate a Capitale della cultura italiana per il 2022. Sulla mancata candidatura va all’attacco Francesco Colucci di Italia Viva: “Noi Riformisti per Italia Viva riteniamo che Lucca avrebbe avuto una chance importante per diventare Città della Cultura 2022. Per il 2023 non ci saranno domande in quanto il Parlamento sta deliberando di assegnare il titolo alla città di Bergamo e Brescia, città martiri del Covid19. Un’altra occasione persa per valorizzare la nostra città e riconquistare spazi sul mercato del turismo delle città d’arte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.