Decreto agosto, Bonturi (Pd): “Buone le nuove misure del governo”

Il capogruppo in Consiglio: "Sono certo che il Pd continuerà ad essere un attore principale di questa sfida difficile"

“Con il decreto agosto il governo mette in campo nuove ed importanti risorse a favore dei lavoratori e del tessuto economico del paese. Continua dunque l’impegno concreto dell’esecutivo per far fronte all’onda lunga della crisi post Covid-19, con uno stanziamento di ulteriori 25 miliardi di euro, che si aggiungono a quelli già mobilitati nei mesi scorsi”. Ad esprimere la propria opinione sul nuovo decreto è Renato Bonturi, capogruppo del Pd in consiglio comunale.

Uno sforzo straordinario che tocca concretamente anche la città di Lucca, inserita nella lista dei centri storici oggetto di specifici finanziamenti a fondo perduto, rivolti in particolare alle attività commerciali ed economiche che abbiano registrato un calo del fatturato di almeno il 50 per cento rispetto al 2019, a fronte del crollo delle presenze turistiche di cittadini stranieri – dice Bonturi -. Altra misura significativa inserita nel decreto riguarda l’istituzione di un fondo finalizzato all’erogazione di un contributo a fondo perduto a tutte le imprese nel settore della ristorazione con somministrazione per l’acquisto di prodotti di filiere agricole e alimentari da materia prima integralmente italiana, compresi quelli vitivinicoli”.

“In attesa di conoscere le specifiche applicative dei provvedimenti menzionati, voglio esprimere un giudizio molto positivo su queste misure ed in generale sullo sforzo profuso dal governo per traghettare il Paese fuori da una crisi senza precedenti – ha detto Bonturi – Uno sforzo che vede assoluto protagonista proprio il Partito Democratico, che ha la paternità politica delle proposte che hanno portato alle scelte del governo; e un giusto riconoscimento va anche al segretario nazionale Zingaretti impegnato, con la serietà e il senso di responsabilità che ne contraddistinguono l’operato, nel difficile compito di ricercare equilibri non sempre agevoli con gli alleati di governo, in un momento cruciale per la costruzione delle condizioni per la ripartenza”.

“Se queste misure e le molte altre avviate, sono da intendersi come funzionali ad alleviare le difficoltà di imprese e lavoratori in una fase del tutto straordinaria, ritengo tuttavia assolutamente necessario mettere mano a riforme strutturali che, fuori dalla logica dei bonus e dei contributi una tantum, siano capaci di rilanciare e in certi casi ridefinire alcuni settori strategici per il futuro del paese, come d’altra parte affermato dal ministro Gualtieri e dal commissario europeo Gentiloni”, prosegue Bonturi.

“Sanità, scuola e servizi, mobilità, una politica industriale attenta all’innovazione e all’ambiente, investimenti pubblici in piccole e grandi opere essenziali, sono questi gli ambiti principali sui quali si dovrà misurare la capacità di visione e di programmazione del governo. Sono certo che il Partito Democratico – conclude – continuerà ad essere attore principale di questa sfida difficile ma che, col sostegno fondamentale dell’Europa, potrà rappresentare un’occasione di cambiamento e modernizzazione per il Paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.