Salvini a Forte dei Marmi: “Deficiente chi va in discoteca senza sapere esito tampone”

Sulle regionali: "Ho delle belle sensazioni, non vedo l'ora che sia settembre"

L’unica emergenza sanitaria che c’è viene dal mare. Non sono criminali i ragazzi che vengono in Versilia, è deficiente chi va in discoteca senza prima sapere l’esito del tampone”. Parole dure quelle che arrivano dal segretario della Lega Matteo Salvini ospite di una conferenza stampa che si è tenuta oggi (13 agosto) a Forte dei Marmi

Parla della vicenda della ragazza risultata positiva al Covid-19. Lo ha scoperto dopo aver trascorso una serata in discoteca. “Chiudere il locale è irriguardoso per la gente che lavora – ha aggiunto il leader della Lega – Fare il processo ai locali della Versilia mi sembra irrispettoso“.

Parole aspre anche quelle dedicate al governo Conte e alla gestione dell’emergenza: “Se fossero confermati i verbali del Cts, Conte dovrebbe essere arrestato, non ha chiuso le zone rosse quando doveva e ha chiuso l’Italia quando non doveva. Quello è un crimine. Ho letto che i pm di Roma hanno aperto un fascicolo a carico di Conte e di mezzo governo per l’epidemia. E’ chiaro che il tempo poi parlerà. Questi hanno sulla coscienza i morti in Lombardia e gli affamati nel resto d’Italia”. 

Impossibile per il segretario della Lega non parlare dello scandalo che ha visto protagonisti anche dei ministri ‘verdi’ che hanno richiesto il bonus Covid dei 600 euro: “Manteniamo la nostra coerenza, fossero anche 6 centesimi, chi sbaglia paga. Spero che anche gli altri partiti siano egualmente rigorosi. Noi i nostri li sospendiamo. Abbiamo già deciso, Zaia l’ho sentito, non saranno ricandidati. Non vorrei – ha aggiunto Salvini – che l’Inps abbia tirato fuori questi dati per coprire i problemi, veri, del presidente del Consiglio”.

Conferenza stampa, naturalmente, in pieno clima elettorale: “Ripercussioni sul livello nazionale delle regionali non ce ne saranno – ha aggiunto – per quel che mi riguarda. Quel che accadrà a Roma prescinderà dal voto dei toscani, dei veneti… Anche se spero che questo governo tolga il disturbo. La sensazione è molto buona, finalmente dopo mesi di chiacchiere, introspezioni, servizi e analisi psicologiche, il 20 e il 21 settembre, vota la gente vera. Si vedrà chi sale e chi scende, chi vince e chi perde. Siccome io ho delle belle sensazione non vedo l’ora che sia settembre”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.