Simoni (FdI): “Troppa criminalità, in Versilia servono più controlli e forze dell’ordine”

Il candidato alle elezioni regionali interviene dopo gli episodi degli ultimi giorni

Più che la stagione turistica sembra la stagione della criminalità”. Parole aspre quelle che arrivano dal candidato di Fratelli d’Italia alle prossime elezioni regionali, Massimiliano Simoni, che elenca alcuni fatti recenti di cronaca: “Maxifurti negli alberghi di lusso del territorio, rapine in passeggiata a Viareggio, come dire il salotto buono della città, aggressioni ai danni di ragazzini di notte, vandali fra vetrine rotte e tentativi di furti d’auto a Marina di Pietrasanta. Episodi che sono solo la punta di un iceberg perché non tutte le denunce e i fatti riescono ad emergere agli onori delle cronache di tv e giornali”.

“È il momento – commenta Simoni – di interrompere questo stillicidio quotidiano che non solo diminuisce la percezione di sicurezza dei residenti ma rischia di allontanare anche i turisti dalla Versilia, soprattutto quelli con maggiore capacità di spesa, che sono la linfa vitale delle nostre zone in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo. Quindi più controlli, più personale destinato alle forze dell’ordine, una maggiore sinergia grazie al coordinamento della Prefettura tramite il comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza. Ma anche un ruolo più definito dei Comuni per il controllo del territorio anche nelle ore serali e notturne”.

La sicurezza prima di tutto – conclude Simoni – senza se e senza ma. Atteggiamenti lassisti e tolleranti, quali quelli perpetrati sia a livello nazionale sia in Regione sia nei Comuni guidati dal centrosinistra, non fanno certo il bene dei cittadini. Va invertita la rotta e con noi a Firenze in un ruolo di governo questo sarà possibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.